Gargallo | Villette unifamiliari

In posizione soleggiata e tranquilla, a 10 min dal Lago d’Orta, in centro paese vicino ai servizi (asilo, scuola, posta ecc.) villette unifamiliari con giardino costruite con muratura antisismica ad elevate prestazioni termiche, elevato confort abitativo.

 

 

 

 

 

 

Gargallo 15

 

 Planimetria

Gargallo planimetria

Pianta tipologia A

Gargallo pianta A

Pianta tipologia B

Gargallo pianta B

Pianta tipologia C

Gargallo pianta C

Scheda analitica fabbricati

LOTTO A
Area verde esclusiva Mq 382,00 + parti comuni
Sup. Lorda Mq 146,24
Sup. Netta calpestabile Mq 105,00
Sup. Netta porticato Mq 18,50
Sup. Netta box Mq 26,78

LOTTO B
Area verde esclusiva Mq 325,00 + parti comuni
Sup. Lorda Mq 146,76
Sup. Netta calpestabile Mq 105,00
Sup. Netta porticato Mq 18,30
Sup. Netta box Mq 26,78

LOTTO C
Area verde esclusiva Mq 565,00 + parti comuni
Sup. Lorda Mq 185,71
Sup. Netta calpestabile Mq 131,70
Sup. Netta porticato Mq 47,10
Sup. Netta box Mq 29,40

 

E’ nostra prassi durante l’avanzamento della costruzione, documentare l’esecuzione dei lavori con fotografie da mostrare al cliente, in modo che lui stesso possa verificare il rispetto del capitolato e l’esecuzione dei lavori a regola d’arte nei minimi particolari. E’ infatti molto difficile per un cliente che si trova di fronte ad una casa finita, giudicare come siano stata realizzata: “cosa c’è sotto all’intonaco?”

Di seguito alcune foto dei particolari costruttivi rispondenti al capitolato sottostante.

La documentazione completa è visionabile presso il nostro ufficio.

 

Sbancamento dello strato coltivo e riempimento con ghiaia rullata ogni 30 cm.

 

Stesura del telo impermeabilizzante anti Radon su getto di magrone

 

Realizzazione della platea

Muri in elevazione antisismici con armatura in ferro e riempimento di calcestruzzo

Realizzazione del solaio

Particolare del cordolo fermagetto

 

Realizzazione del tetto:

– Posa della barriera vapore sopra perlinatura

 

–  Posa fibra di legno

 

– Stesura membrana traspirante con superficie riflettente e sigillatura dei giunti

 

– Posa listello per areazione

 

– Elementi parapasseri

 

– Dissuasori per piccioni

Schiumatura travi e travetti

Taglio termico soglie e davanzali

Schiumatura falsitelai

Realizzazione di marciapiede con sottostante guaina impermeabilizzante

Capitolato generale

Struttura portante
Fondazioni

Sarà a platea con altezza cm 40, realizzata mediante getto in opera di calcestruzzo armato e poggiante su un sottofondo di ghiaia naturale rullata e costipata previo getto di magrone dello spessore di 8/10 cm e stesura di telo impermeabilizzante antiradon.

Strutture Verticali

Saranno costituite da murature portanti realizzate con blocchi cassero in legno cemento a bassa densità e λ 0,13 w/mk posati a secco e riempiti, previo inserimento di ferri d’armatura orizzontali e verticali, di calcestruzzo strutturale. Nei blocchi è inserito in stabilimento uno strato di polistirene espanso graffittato avente conducibilità termica di 0,030 W/mK e spessore di 15 cm.

La muratura avrà uno spessore totale di cm di cm 41 comprensivo dell’intonaco. Il sistema permette di ottenere i vantaggi statici di una struttura scatolare (sistema antisismico conforme al D.M. 14/01/2008) e quelle di un reale comfort abitativo grazie al suo elevato isolamento termico ed alla sua massa ed inerzia termica:

Trasmittanza termica pari a U= 0,16 W/m2K (0,34 W/m2K come normativa)
Trasmittanza termica periodica Yie= 0,011 W/m2K (inf. 0,12 W/m2K da normativa)
Potere fonoisolante Rw= 55 dB (sup. 50 dB da normativa)

Gargallo

Strutture orizzontali

I solai saranno realizzati in opera mediante travetti prefabbricati con fondelli in laterizio, blocchi di alleggerimento in polistirolo H cm 20 e getto di completamento in calcestruzzo armato H cm 4 con interposta rete elettrosaldata. I cordoli perimetrali in cemento armato dei solai saranno rivestiti esternamente con blocco Legnobloc con pannello in polistirene espanso graffittato spess cm 19, in questo modo si eliminano inutili dispersioni di calore a tutto vantaggio del contenimento energetico.

Solaio-Pavimento piano terra

Il pavimento del piano terra a ridosso del terreno, nasconde tre nemici per gli ambienti sovrastanti: l’umidità, la presenza del gas radioattivo Radon e il freddo.

Per eliminare tali inconvenienti, si realizzerà un sottofondo in ghiaia rullata sulla quale verrà steso un telo antiradon e successivamente si andrà a realizzare la platea in calcestruzzo.

Sopra la platea in calcestruzzo, si realizzerà un ulteriore massetto isolante costituito da un getto in cemento cellulare leggero dello spessore minimo di cm 16 che fungerà da piano di posa per il riscaldamento radiante a pavimento.

Copertura

Il tetto è molto importante in un edificio perché oltre alla funzione di copertura, contribuisce a mantenere condizioni ottimali di benessere termoacustico all’interno degli ambienti sia in estate sia in inverno. Per questo motivo è importante la scelta dell’isolamento da utilizzare e dal metodo di applicazione in opera. A tale scopo, l’isolamento sarà realizzato con l’utilizzo di pannelli in fibra di legno o lana di roccia ad alta densità che grazie alla loro grande traspirabilità, permettono liberamente la fuoriuscita dell’umidità senza formazione di punti di rugiada o condense; la grande inerzia termica dei pannelli dovuta alla loro massa rallenta inoltre, sensibilmente il passaggio del calore sia in inverno sia in estate.

Per ridurre ulteriormente il calore che è trasferito alla parte sottostante per radiazione, si utilizzerà una membrana traspirante e impermeabile con una speciale superficie metallizzata riflettente il calore con doppia banda adesiva che garantisce la tenuta all’aria, tale membrana riflette fino al 70 % il calore per irraggiamento.

Il tetto sarà realizzato con robusta struttura di legno d’abete lamellare faccia a vista costituito da:
– Trave di colmo d’idonea sezione con la parte in gronda sagomata,
– Travetti 16×10 ortogonali posti ad interasse max di cm 70,
– Perlinatura in abete spessore 2 cm,
– Schermo vapore,
– Pacchetto isolante costituito da un doppio strato incrociato di pannelli in fibra di legno o lana di roccia (posa sfalsata rispetto al primo strato in modo da annullare i ponti termici – spessore totale cm 18),
– metallizzata riflettente il calore,
– Listello verticale 6 x 4 per la creazione della ventilazione,
– Listelli in legno porta tegole,
– Manto di copertura realizzato con tegole portoghesi anticate.

Il deflusso dell’aria di ventilazione sarà consentito grazie alla creazione di un colmo ventilato.

La copertura sarà corredata di lattonerie (scossaline, converse, canali) realizzate in zinco-titanio spessore 7/10 di mm. Per garantire l’accesso in sicurezza alla copertura, sarà installato sul colmo un dispositivo di sicurezza denominato “linea vita” che garantisce così dei punti di ancoraggio necessari per eseguire le manutenzioni in totale sicurezza.

Facciate esterne

Le facciate esterne saranno intonacate con intonaco di fondo premiscelato e finitura con rasante premiscelato con interposta rete in fibra di vetro alcali- resistente.

La decorazione finale sarà ottenuta per mezzo di una tinteggiatura con pittura ai silicati di potassio.

Infissi esterni

Si utilizzeranno serramenti in PVC softline AD 70 VEKA che grazie al loro design classico e la loro piacevole ed elegante forma degli spigoli arrotondata, si adattano perfettamente al montaggio in qualunque contesto. Le sue superfici lisce e lineari ottimizzano, inoltre, il funzionamento e la manutenzione.

Saranno costituiti da profili in PVC bianco con anta 79/80 mm, telaio 70 mm con due guarnizioni di battuta a 5 camere, tutti dotati di anta con tripla apertura; vetrocamera dello spessore di mm 26 composta da un vetro stratificato mm 33.1, camera d’aria da 16 mm con gas Argon e un vetro magnetronico bassoemissivo temperato da 4 mm nella parte interna. La trasmittanza termica del vetro sarà pari a 1,0 W/m2K

Gli oscuranti esterni saranno persiane a stecca aperta, inclinazione a 30°, con profili estrusi in lega di alluminio di sezione 45 mm nei colori standard: Bianco RAL 9010, Verde RAL 6005, Marrone RAL 8017 e Grigio RAL 7001

Gargallo 2

Le unità abitative saranno dotate di portoncino d’ingresso blindato della ditta DIERRE modello Double 1 Plus, dimensioni cm 85×210, struttura ad alto isolamento U 1,3. Il portoncino avrà internamente un pannello di rivestimento cieco liscio in essenza abbinabile alle porte interne, mentre per l’esterno, essendo direttamente esposto agli agenti atmosferici, per garantire durabilità e bassa manutenzione, il pannello di finitura sarà da 14 mm pantografato su materiale a fibre parallele Yellowpine tinto.

Porte interne

Le porte interne, saranno costituite da anta cieca liscia nei colori standard, ad un battente, con guarnizione antirumore in battuta, coprifili ad incasso a scelta lisci o bombati, cerniere “Anuba” serratura in acciaio tipo “patent quadro 8” scrocco con blocco azionato da chiave e maniglie in ottone forgiato o presso fuso, con bocchette e rosette.

Gargallo 3

Finiture interne

Tutti i locali saranno intonacati con premiscelati a base di calce e cemento e finitura al civile tirata a frattazzo fine (stabilitura). Le pareti interne saranno consegnate pronte a ricevere tinteggiature e tappezzerie, quindi anche prive di battiscopa. La scala interna sarà rivestita, come da capitolato, con marmo bianco Sardo o rosa Beta con finitura lucida o anticata (pedate e alzate), completa di zoccolino coordinato.

Pavimenti e rivestimenti

I pavimenti degli alloggi saranno in grès porcellanato smaltato di 1^ scelta, posati a colla a giunto fugato in quadro o in diagonale. I pavimenti e i rivestimenti dei bagni saranno in ceramica monocottura di 1^ scelta posati a colla, a giunto fugato in quadro o in diagonale per i pavimenti, e a giunto stretto per il rivestimento. Le pavimentazioni esterne dei marciapiedi saranno in grès porcellanato di 1^ scelta antigelive e antisdrucciolo, con zoccolino battiscopa dello stesso materiale.

La pavimentazione dell’autorimessa sarà realizzata in cemento lisciato con trattamento impermeabilizzante antipolvere.

Si precisa che saranno possibili scelte di materiali fuori capitolato, il sovrapprezzo sarà esattamente calcolato secondo i listini in vigore al momento della scelta, applicando la differenza tra il costo di listino dell’ extracapitolato con il costo di listino della piastrella di capitolato.

Impianto idrico sanitario

Per la realizzazione dell’impianto idrico all’interno dell’abitazione, saranno utilizzati tubi a triplo strato pvc+alluminio+pvc con collettore d’intercettazione che consente di non avere giunte sottopavimento evitando così possibili rotture e conseguenti perdite.

Gargallo 4

Gli apparecchi sanitari saranno della ditta CIELO serie “Smile” di colore bianco (escluso lavabo che può quindi essere abbinato ad eventuale mobiletto), con water dotato di cassetta ad incasso della GEBERIT; Piatti doccia completi di box con struttura in alluminio verniciato a caldo e cristallo di sicurezza.

Gargallo 5

Le rubinetterie saranno costituite da miscelatori monocomando cromati della BUGNATESE minimalista tondo serie “SMART”. Le docce saranno dotate di miscelatore ad incasso con colonna regolabile, gancio duplex e deviatore, soffione fisso e doccetta saliscendi a tre funzioni. La produzione dell’acqua calda sarà effettuata mediante la caldaia a gas metano che serve anche per il riscaldamento. Ad integrazione dell’impianto per la produzione d’acqua calda sanitaria, si utilizzeranno 2 collettori piani IMMERGAS Mod. CP4XL abbinabili al sistema ibrido.

Impianto ibrido di riscaldamento

Produzione del calore La produzione d’energia termica è affidata ad una caldaia a basamento con tecnologia a condensazione, bollitore combinato da 220 lt e circuito solare termico integrato, mod. MAGIS HERCULES della IMMERGAS, installata all’interno di un locale tecnico, abbinata ad una pompa di calore ad inverter mod. AUDAX.

Gargallo 7

MAGIS HERCULES, è stata progettata e realizzata sfruttando il concetto di sistema ibrido in modo da ottenere massimo risparmio e riduzione delle emissioni nocive attraverso l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile. Tutti i circolatori sono a basso consumo energetico e la gestione elettronica di serie stabilisce in ogni momento la fonte di energia più conveniente, essendo abbinata alla pompa di calore, la caldaia può inoltre sfruttare l’energia elettrica ottenuta dall’impianto fotovoltaico, riducendo i consumi. La centralina elettronica acquisendo il dato di temperatura esterna, viene generata una temperatura di mandata (in base alla curva climatica impostata) e in base al COP calcolato viene attivata la pompa di calore o la caldaia

Sistema di riscaldamento degli ambienti

Il riscaldamento degli ambienti è garantito da pannelli radianti a pavimento. La bassa temperatura d’esercizio dell’impianto (massimo 40°), fa in modo che non si crei disagio camminando sul pavimento. La distribuzione uniforme della temperatura e le basse velocità dell’aria fanno sì che il calore si trasmetta in modo naturale all’ambiente circostante ottenendo così un habitat confortevole. Il sistema prevede l’utilizzo di pannelli termoisolanti di supporto alle serpentine di distribuzione dell’acqua che saranno convogliate in un collettore posto in un’apposita nicchia a parete. L’assenza di termosifoni lungo le pareti degli ambienti, dà maggior libertà per la disposizione degli arredi. All’interno dei bagni, come integrazione, saranno posizionati dei termosifoni d’acciaio tubolare (scaldasarviette) prodotti dalla ZENDER.

Gargallo 8

Impianto elettrico, tv, videocitofonico, antifurto

L’impianto sarà costituito da condotti in tubo plastico incassati e conduttori in filo di rame isolato di adeguate sezioni, realizzato secondo le normative vigenti. Le unità immobiliari A e B, saranno dotate di impianto fotovoltaico da 1,5 Kwp, mentre l’unità C di impianto fotovoltaico da 3 Kwp.

Gargallo 9

I frutti dell’impianto elettrico saranno della ditta VIMAR serie ARCHE’; o BITICINO serie LIVING- LIGHT con placchette in tecnopolimero nei colori base per le unità A e B e della ditta Vimar serie Plana Silver con placchette in tecnopolimero colore argento opaco, per l’unità C L’abitazione sarà dotata di prese Tv, poste nel soggiorno e nelle camere.

Gargallo 10

L’impianto video citofonico, sarà costituito da due apparecchi con monitor a colori, posti nel soggiorno e nel disimpegno del 1°P, e da una pulsantiera esterna installata sul pilastro del cancellino. L’abitazione sarà dotata d’impianto antintrusione costituito da sensori posti sulle varie aperture esterne (blindato escluso), da sensori volumetrici interni, inseritore, tastiera, sirena esterna, predisposizione per eventuale combinatore telefonico.

Impianto di ventilazione meccanizzata

Al fine del risparmio di energia, le moderne abitazioni vengono costruite con sempre maggiore attenzione all’isolamento. Si evita, così, lo scambio d’aria attraverso punti permeabili della struttura esterna degli edifici, inoltre si tende a non aprire le finestre per non disperdere calore. A causa dello scarso ricambio d’aria, il clima all’interno delle abitazioni peggiora, dato che batteri, funghi e sostanze nocive non vengono espulse. Il risultato si traduce in allergie e un impatto negativo sul comfort abitativo dell’immobile. Con l’impianto di ventilazione meccanizzata si va ad ovviare a questo inconveniente, permettendo un ricambio d’aria controllato che assicura aria salubre, 24 ore su 24. Diversamente da una ventilazione naturale attraverso le finestre, l’energia termica contenuta nell’aria che viene ripresa non si disperde, piuttosto si utilizza per riscaldare l’aria fresca tramite il recupero di calore. Un filtro per il polline pulisce l’aria fresca in entrata, riducendo notevolmente l’immissione di polveri allergiche nell’appartamento. L’impianto sarà costituito da un corpo macchina posto nel locale tecnico nel quale vengono convogliate l’aria dall’esterno, l’aria di mandata, l’aria di ripresa e l’aria da espellere. L’aria viene immessa nei locali nobili (soggiorno, camere da letto) ed estratta dai locali “umidi” (cucina, bagni). Gli spazi sotto le porte interne gestiscono il corretto passaggio dell’aria nei locali.

Gargallo 11

Il sistema si basa sulla distribuzione dell’aria a pavimento o a soffitto attraverso tubazioni in materiale plastico con terminali come griglie o frontali perforati. L’aria viene ripresa attraverso valvole di ventilazione.

Chiusure esterne autorimesse

Le chiusure esterne delle autorimesse saranno realizzate da portoni sezionali motorizzati a scorrimento verticale prodotti dalla DIERRE modello “FREEBOX”. FREEBOX è testato dall’istituto CSI secondo le più rigide normative, a garanzia dell’assoluta sicurezza, qualità e conformità agli standard più avanzati.

Gargallo 12

Gargallo 13

Sistemazioni esterne delle aree private

E’ previsto il riporto di terra da coltura nelle zone a verde; le piantumazioni e la semina a prato rimarranno a carico del cliente. I tratti di recinzione a delimitazione della proprietà privata, saranno realizzati con muretto in c.a. con recinzione a pannelli metallici prefabbricati da fissare su paletti tubolari, lungo la strada e i parcheggi comuni: e paletti in ferro verniciati con rete metallica a maglia romboidale plastificata per la divisione con le altre proprietà. I cancelletti pedonali delle proprietà saranno costituiti da un monoblocco ad un’anta in ferro zincato a caldo munito di elettroserratura e pulsantiera citofonica posta sul pilastro.

Osservazioni generali

Tutte le opere in variante che l’acquirente desideri appartare, dovranno essere preventivamente concordate e definite. La “Parte Venditrice” e il Direttore dei Lavori si riservano la possibilità di apportare eventuali modifiche o variazioni ai disegni di progetto e ai materiali descritti, qualora durante l’esecuzione dei lavori, si rendano necessarie modifiche per motivi tecnici, funzionali, estetici, purché le stesse non comportino la riduzione del valore tecnico e/o economico del fabbricato. Ogni variazione dovrà essere preventivamente approvata se già sottoscritto il preliminare di vendita, dalla parte acquirente, con riferimento alle leggi vigenti.

Gargallo | Villette unifamiliari